Visciole del Cardinale

Dalla tradizione contadina le Visciole, appena raccolte, unite allo zucchero, vengono portate ogni giorno al sole.

"Guarda il Calor del Sol che si fa…" Succo.

Dante Alighieri - Purgatorio - Divina Commedia

Scheda Tecnica
Denominazione Prodotto Visciole del Cardinale
Ingredienti Visciole (Prunus cerasus var. Austera), zucchero, sole
Formato Gr. 314
Metodo di lavorazione Le Visciole, raccolte nei mesi di giugno e luglio, vengono selezionate, lavate, asciugate su teli di cotone ed esposte al sole con lo zucchero in damigiane in vetro. Quando tutto lo zucchero si è trasformato per fermentazione in succo (intorno al mese di settembre/ottobre), le visciole, dopo un’ulteriore selezione, vengono confezionate, insieme al succo, in vasetti di vetro sigillati.
Aspetti Organolettici Colore rosso rubino, al naso netto profumo di visciola, gusto dolce iniziale ma subito acidulo e asciutto (caratteristico sapore di Visciola).
Controllo Microbiologico Carica batterica assente
Abbinamenti Dolci in genere a base di cioccolato o vaniglia. Panne cotte, guarnizioni per gelato, in aggiunta a yougurt magro. In estate bevanda dissetante se unita ad acqua fresca, oppure aggiunta al ghiaccio tritato.